[TYSW] CINEDESIGN Vol1


BENVENUTI in Things You Slould watch [TYSW] CINEDESIGN di Chicken&Broccoli!
WELCOME YOU ALL in Things You Should Watch [TYSW] CINEDESIGN by Chicken&Broccoli!
BENVENUTI! Anzi benvenuto io! Sono C&B, un tizio che invece di mangiare, lavorare, incontrare amici (in parole povere "vivere") vede film. E non appena vede un film ne parla (il più delle volte male) sul suo sito (che pare un blog, ma non lo è): chickenbroccoli.blogspot.com, il primo CINEBLOG PER CHI AMA ODIARE IL CINEMA. I miei nuovi amici di INK (che sono stati tra i matti ad aver messo il banner del CHICKENBROCCOLETTI 2011, un dizionario stringato di alcuni film) mi hanno proposto di seguire una rubrica aperiodica dedicata ai MOVIE POSTER, vera fissazione di molti, nonchè mia. È andata così:
Ink: «Ciao C&B, vuoi seguire una rubrica periodica dedicata ai MOVIE POSTER, vera fissazione di molti?»
C&B: «Quanto mi pagate?»
Ink: «Nulla!»
C&B: «ACCETTO!»
Ed eccomi qui! In fondo, se è vero come è vero che un libro non si giudica dalla copertina, che l'abito non fa il Monaco, che una rondine non fa Primavera: è vero anche che i MOVIE POSTER spesso bastano per tutto il film. Stai lì ad ammirare un Movie Poster fatto come cinema comanda e già ti senti appagato, quasi che del film non ti frega più nulla. La rubrica vi regalerà più che altro visioni “altre” di MOVIE POSTER; andremo alla ricerca di quegli artisti che fanno versioni alternative delle locandine, o che si fanno ispirare dai personaggi dei film... E poi, sempre rimanendo in tema, faremo qualche “gioco”, tipo FANTASIA AL POTERE, la ricerca delle meno fantasiose locandine della storia; andremo a fare un po' di POSTERAMA, ovvero rispolverare locandine vecchissime che sono dieci volte più belle di quelle moderne; e poi cerchermo trend, o locandine di film mai arrivati in italia: insomma, anche l'occhio vuole la sua parte di cinema! VUOLE I MOVIE POSTER!
Iniziamo con una galleria di Movie Poster alternative da “sindrome di Stendhal” (ma non il filmaccio di Argento): sono i poster di Tyler Stout, uno che come miti ha le Tre Furie di Grosso Guaio a Chinatown e la Monster Squad di Scuola di mostri. Ecco le sue INCREDIBILI opere:





Io ogni giorno mi sveglio e devo fissare almeno per 5 minuti uno dei poster di Tyler, sennò non riesco ad iniziare la giornata.
Nel 2010 è esploso un trend nelle locandine cinematografiche: lo potremo chiamare: “mettigli la scritta in faccia”. Si tratta di questo:

Mi piace come TREND, rende le parole importanti e ti accende subito l’attenzione, come se ti dicesse prima ancora dei titoli di testa: stai attento che in questo film la sceneggiatura sarà tutto, vietato distrarsi. Certo, poi se vai a vedere SALT ti senti un po’ preso in giro, però Social Network
Facciamo un APPLAUSO allo studio grafico LABOCA che ha realizzato delle locandine alternave di quel filmone che è BLACK SWAN:



Lo stile Art Decò si adatta benissimo al gorgo folle in cui precipita Natalie Portman (a proposito, C&B e Natalie sono ufficialmente fidanzati, no così era per dire).
Invece tiriamo I pomodori a chi ha fatto queste locandine:

FANTASIA AL POTERE proprio!
Per la serie: LOST&FOUND, ovvero film che non vedremo mai in Itaglia, e mannaggia perché guarda che razza di capolavoro di locandina, ecco a voi:

Non ho la più pallida idea di che cosa tratti questa pellicola e non mi va neanche di cercare informazioni (imparerete a conoscere la mia svogliatezza, la riconoscerete anche nei tantissimi refuse dei miei post, è che mi annoio da solo a rileggere quello che scrivo) ma diamine, con una locandina così andrei a vedere il film senza pensarci due volte.
Chiudiamo con un POSTERAMA degno di nota: ecco la versione orientale del film Green Hornet (l’originale, non quello di adesso). In pratica fecero un montaggio furbetto delle scene della serie TV e lo mandarono nei cinema. In Oriente misero Bruce Lee in bella mostra, logico, e bellissimo:

Fine! Occhi appagati? Bene, se avete link, movieposter, domande, ecco a chi scrivere: chickenbroccol@gmail.com. Alla prossima, io mi vado a vedere un film.


WELCOME! welcome me! Here are C & B, a guy who instead of eating, working, meeting friends (in other words "live") watch movies. And as soon as he watch one he speaks about it (most often bad) on its website (which looks like a blog, but it is not): chickenbroccoli.blogspot.com, the first Cineblog FOR THOSE WHO LOVE TO HATE THE CINEMA. My new friends from INK (which were among the crazy to have put the CHICKENBROCCOLETTI 2011 banner, a concise dictionary of some movies), I've been proposed to follow an aperiodic section dedicated to MOVIE POSTERS, passion for many people as well as me. It went like this:
Ink: "Hello C & B, want to follow a regular section dedicated to MOVIE POSTERS, s
passion for many people?"


C & B: "How much you'll pay me?"
Ink: "Nothing!"
C & B: "I'M IN!"
And here I am! After all, although it is true that not judge a book by its cover, that the clothes do not make the Priest that one swallow does not make a summer: it is also true that MOVIE POSTER often enough throughout the film. You're there to see a film made as Movie Poster commands and already you feel satisfied, as if the film you do not care anymore. The section  will give you more than anything else visions of "other" movie poster; go looking for those artists who make alternative versions of the posters, or who are inspired by characters from the films ... And then, while remaining in the topic, some will "play" THE POWER OF IMAGINATION type, the search for the less imaginative posters of history we're going to do some 'of Posterama or brush very old posters that are ten times more beautiful than modern , and then we'll look for trends, or movie posters never arrived in Italy: in short, the eye wants its share of cinema! WANT MOVIE POSTERS!
We begin with a gallery of Movie Posters alternatives "Stendhal Syndrome" (but not the bad  Argento's one) are the poster of Tyler Stout, one that has as myths as the Three Furies, Big Trouble in Little China and the Monster Squad to School monsters.
I wake up every day and I have to fix at least 5 minutes of a poster of Tyler, otherwise I can not start the day. 

In 2010, a trend that has exploded in movie posters: we call it "the words putted in the face". I like the TREND, makes the important words and you turn your attention immediately, as if you were to say even before the opening credits: "be careful in this film that the script will all be prohibited distracted". Of course, if you go to see SALT you'll feel teased, but Social Network ... Let's do a round of applause to the graphic studio LABOCA who made the alternative posters for the MOOVIEBLACK SWAN. The Art Deco style commuicate eloquently the abyss in which crowds rushed Natalie Portman (by the way, C & B and Natalie are officially engaged, was not so to speak). Instead I pull tomatoes to those who made the posters for 'Held Hostage' and 'Babysitter wanted'.  
For the LOST & FOUND serie, or we'll never see these movies Italy, and it looks damn what a masterpiece of poster for  'Happy thank you more please'. 
I have not the faintest idea what this film is about and I do not even look for information (you'll learn about my unwillingness, in many also recognize the refuse of my post is that I get bored by just re-read what I write) but heck, with a poster like this I'd go see the movie without thinking twice. We end with a Posterama noteworthy here is the Eastern version of the Green Hornet  (the original, not the remake). They did a montage of scenes from the TV series cunning and sent him to the cinema. Bruce Lee in the East put on display, logical, and beautiful
THE END! Eyes satisfied?! Well, if you have link, movieposter, questions to propose, here's the place to write: chickenbroccol@gmail.com. See you soon, I'm going to see a movie. 
Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails
 
INK è un blog nato per informare riguardo la sfera del design, della grafica e dei nuovi oggetti//usi//costumi di tendenza.
Oltre all'informazione vera e propria, INK vuole diventare una vetrina ed un aiuto concreto per tutti coloro che si vogliono esprimere e cercano uno spazio dove far vedere la loro creatività.
Cerchiamo di accontentare tutti, da stilisti, a designer, grafici, o semplicemente ideatori di nuovi oggetti da fashion victims.

Copyright © 2009 INK All rights reserved.
Converted To Blogger Template by Anshul Theme By- WooThemes