PHIL TOYZ


Recentemente, abbiamo avuto una collaborazione con uno dei più famosi toy.designer italiani, PHIL.
Ha per noi customizzato un paper, che verrà da oggi messo a disposizione di tutti per essere scaricato e assemblato.
TUTTE LE FOTO CHE CI PERVERRANNO COL NOSTRO PAPERTOY, SARANNO MESSE ON LINE!!
Vorremmo far conoscere meglio anche a voi questo artista, così di seguito, vi riportiamo la chiacchierata che abbiamo avuto con lui.

CI PARLI UN PO’ DI TE?!?!

Mi chiamo Filippo Perin, in arte PHIL, ho 25 anni e vengo da Conegliano Veneto vicino a TREVISO, sono un giovane grafico e paper toy designer ma il mio vero lavoro è quello di rappresentante nel campo dell’edilizia.
Mi piace lo stile e la musica HIP HOP, colleziono Designer toys, sneakers , cd e cappellini New Era. Sono un tipo particolare.

L'IDEA DI LANCIARE I PAPER TOYS QUANDO E' ARRIVATA?

L’idea è giunta dopo aver collaborato con SHIN TANAKA. Ho creato alcuni custom per il suo T-BOY e sono rimasto affascinato da i suoi paper toys così ho pensato : “ perché non crearne uno mio ?” , ed è così che ho incominciato a creare i primi “prototipi” fino ad arrivare a quello che ritengo il mio primo , vero, paper toy. Da li ho voluto farlo conoscere al pubblico tramite il mio MYSPACE e devo dire che sono stato molto soddisfatto del riscontro da parte degli appassionati. Così sono nate molte collaborazioni e contatti molto utili, mostre, eventi e progetti che sono ancora in corso.

XKE' PAPER TOYS E NON TOYS IN RESINA O ALTRI MATERIALI??

Perché ho cominciato con i paper toy e credo che siano anche molto più preziosi di un semplice toy di vinile o resina. Credo sia molto più difficile e laborioso creare un personaggio utilizzando soltanto la carta e cercando di mantenere un certo stile strutturale, in più credo che la soddisfazione di vedere realizzato il proprio personaggio ,dopo averci lavorato molto creando un design da zero, sia impagabile.
Magari in un futuro produrrò un toy in vinile come tanti altri designer, non lo escludo, ma per il momento continuerò con la carta e non so quando smetterò di usarla; ogni giorno nascono nuove idee e la carta mi permette realizzarle “just in time” a differenza del vinile che richiede molto più tempo per avere un prodotto finito.

SEI INFLUENZATO DA ALTRI ARTISTI/STILI/GENERI??

Le mie influenze? Mmmhh, beh … mi ispiro molto alle opere di MICHAEL LAU e TIM TSUI perché adoro il loro design e credo siano loro alcuni degli unici e veri artisti per quanto riguarda la produzione di toys, dopo tutto MICHAEL LAU è stato il pioniere di questo filone artistico.
Molte delle idee mi arrivano dal mondo della strada, dallo skate, dal basket e dal mondo del writing.
A volte prendo spunto dalla gente che vedo per strada, se incontro qualcuno di veramente stiloso provo a creare il suo modello in paper toy, ma nessuno dei miei attuali toys si ispira a qualcuno che ho conosciuto. Però le persone che mi circondano sono comunque un’ispirazione.

IL TUO DESIGNER PREFERITO?!? WHY?!?

Il mio designer preferito resta MICHAEL LAU, ma per quanto riguarda i paper toys seguo molto SHIN TANAKA e anche altri artisti meno conosciuti come ad esempio NICEBUNNY o MATT HAWKINS. Il perché sta tutto nella costruzione del toy e nello stile!

IN ITALIA AVETE ABBASTANZA SPAZIO O VI SENTITE OSCURATI?!

Per quanto riguarda i paper toys non ci sono molti altri designer in Italia, credo ce ne siano altri 3 di validi, ma comunque non hanno la visibilità adeguata.
Io mi ritengo molto fortunato perché in poco tempo sono riuscito a fare molto e a conoscere una montagna di gente, ho collaborato con SIMONE LEGNO (TOKIDOKI), sono andato ospite a MTV, ho avuto la fortuna di esporre a ROMA più di una volta, alla fiera del fumetto di LUCCA (Comics&Games), ho fatto una specie di personale qui dalle mie parti, collaboro con alcuni blog su internet e con negozi in giro per l’Italia, adesso avrò l’occasione di lavorare ad un progetto per una multinazionale nell’ambito dello sport e delle calzature sportive, beh sono molto soddisfatto e non ritengo di essere oscurato però nel nostro paese non c’è ancora abbastanza spazio per i giovani crativi / artisti ma vedo che le cose si stanno lentamente evolvendo.
HAI CONTATTI PER DISTRIBUIRE ANCHE ( O MAGGIORMENTE) ALL'ESTERO?! CONTI DI SCAPPARE ANCHE TE?!?

Per la distribuzione all’estero credo che non ci siano problemi però la questione è sempre quella! Devi avere i giusti contatti e collaborare con persone serie. Per il momento non ho intenzione di scappare , anche perché il mio lavoro principale non me lo permette e comunque non ho le finanze adatte per intraprendere rapporti commerciali di un certo tipo con l’estero, magari in un futuro ci penserò seriamente.
Ad Ottobre sarò a TOKYO con degli amici e conto di conoscere meglio il mercato giapponese per capire se è possibile instaurare qualche rapporto lavorativo, adoro il giappone e la loro cultura per quanto riguarda i toys e non escludo altre possibili collaborazioni.

PROGETTI FUTURI?!?

Progetti? Moltissimi. Uscirà un libro riguardante il mondo dei paper toys al quale ho collaborato insieme ad altri artisti Italiani e non, ho in ballo alcune collaborazioni interessanti ma preferisco non sbottonarmi di più al momento, per scaramanzia.


Vi ringrazio per il Vostro interesse e sono lieto di aver collaborato anche con Voi!!!
Alla prossima, PHIL!

Cliccando sul banner qua sotto o su quello fisso a lato degli articoli, potrete scaricare e assemblare il nostro papertoy!!Mandate le vostre foto!


Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails
 
INK è un blog nato per informare riguardo la sfera del design, della grafica e dei nuovi oggetti//usi//costumi di tendenza.
Oltre all'informazione vera e propria, INK vuole diventare una vetrina ed un aiuto concreto per tutti coloro che si vogliono esprimere e cercano uno spazio dove far vedere la loro creatività.
Cerchiamo di accontentare tutti, da stilisti, a designer, grafici, o semplicemente ideatori di nuovi oggetti da fashion victims.

Copyright © 2009 INK All rights reserved.
Converted To Blogger Template by Anshul Theme By- WooThemes