EMBRACE ME BABY

Attivisti della rivoluzione di Tian’anmen, privati a lungo dei passaporti e così impossibilitati a portare la loro arte oltre i confini cinesi, i Gao Brothers arrivano finalmente in Italia per donarci un po’ della loro ottimistica utopia.

Activists of the revolution of Tiananmen, deprived of their passports for a long time, and so prevented to bring their art beyond the borders of China, the Gao Brothers finally arrive in Italy to give us a bit of their optimistic utopia.


L’appuntamento è sabato 28 gennaio 2012, h 14, a Roma in Piazza del Popolo, con The Utopia of hugging for 20 minutes, performance collettiva dei due fratelli Gao che dal 2000 convocano centinaia di persone alla partecipazione di un gesto tanto fisico quanto metaforico: abbracciarsi.
Per un quarto d’ora si resta stretti ad un’altra persona, poi negli ultimi cinque minuti dell’azione invece si dà vita ad un abbraccio collettivo fra tutti i partecipanti.
Sconosciuti e non prendono parte ad un’allegoria del sentimento umano collettivo, che i Gao Brothers mettono in diretta contrapposizione alla diffusa alienazione dell’uomo moderno, che sembra avere ormai perduto emotività e spiritualità.

The date is Saturday, January 28, 2012, 14 h, in Rome in Piazza del Popolo, with The Utopia of hugging for 20 minutes, collective performance of the two brothers which since 2000 summon hundreds of people to participate in a gesture to mean physical, as metaphorical: hugging.
For a quarter of an hour we stay close to another person, then in the last five minutes of action it gives life to a group hug from all participants.
Unknown and do not take part in collective allegory of human feeling, which the Gao Brothers put in direct contrast to the widespread alienation of modern man, who seems to have now lost emotion and spirituality.

È dagli anni ’80 che il duo cinese realizza opere per denunciare gli effetti del liberalismo economico e del governo repressivo maoista. Ideologie che hanno disumanizzato la città, con una costruzione indiscriminata di edifici che non ha tenuto conto dell’impatto urbanistico e ambientale (vedi The forever unfinished building); che ha rinchiuso le persone in un circolo vizioso di consumismo e solitudine massificata;

It's since '80s that the Chinese duo has done works to denounce the effects of economic liberalism and repressive government of Maoist. Ideologies that have dehumanized the city, with indiscriminate construction of buildings that did not take into account the planning and environmental protection (see The Forever Unfinished Building), which has locked people into a vicious cycle of consumerism and mass-alone;

che ha prodotto la cosiddetta “generazione perduta”, in nome della sconsiderata Rivoluzione Culturale che voleva cancellare ogni forma di borghesismo e che invece è irrimediabilmente caduta nell’ennesimo assolutismo. Così, il bambino nudo della fotografia TV no.1, privo di ogni abito perbenista, legge un libro dalla copertina rossa: si tratta di un chiaro riferimento alle Guardie Rosse di Mao Tse-tung, che i Gao Brothers posizionano non a caso su di un televisore, simbolo di un’industria pseudo-culturale basata sullo spettacolo, l’intrattenimento e i consumi.

that produced the so-called "lost generation" in the name of the Cultural Revolution that he wanted to clear rash all forms of bourgeois and that instead has fallen hopelessly in the umpteenth absolutism. Thus, the child naked in the photography TV no.1, devoid of any respectable dress, read a red book by its cover: it is a clear reference to the Red Guards of Mao Tse-tung, which the Gao Brothers place not by chance upon a television, symbol of pseudo-cultural industry based on the show, entertainment and consumption.

Non di meno i Gao Brothers, con opere come Sense of space, attaccano tutti quei tabù della cultura cinese, e non solo, che colpevolizzano la nudità, l’omosessualità e le effusioni in pubblico, e che hanno radicalmente leso la comunicazione libera e spontanea fra individui.

Nevertheless the Gao Brothers, with works such as Sense of space, they attack all the taboos of Chinese culture, and not only, that felt guilty the nudity, homosexuality and effusions in public, and that have radically affected the free and spontaneous communication between individuals.

Per tutti questi contenuti provocatori ed eversivi i Gao Brothers sono spesso stati vittime della censura e non hanno potuto partecipare alla Biennale di Venezia del 2001, quando erano stati invitati da Harald Szeemann con la loro performance di abbracci collettivi a prendere parte alla Platea dell’umanità.
Ma più che in platea, il duo ci chiama ad essere attori e così, per chi non teme censure, esprimere la nostra umanità in un abbraccio, perché “le rivoluzioni nascono in seno ai popoli” (E. Che Guevara).

For all these subversive and provocative content the Gao Brothers have often been victims of censorship and could not attend the Venice Biennale in 2001, when they were invited by Harald Szeemann with their collective performance of hugs to take part in the Plateau of Humankind.
But more than the audience, the duo calls us to be actors, and so, for those who do not fear censorship, to express our humanity in an embrace, because "revolutions are born within the people" (E. Che Guevara).

--
Gao Brothers è un duo artistico formato da Gao Zhen (1956, Jinan, Cina) e Gao Qiang (1962, Jinan, Cina). Vivono e lavorano a Pechino.
Dal 1980 realizzano dipinti, fotografie, sculture, installazioni e performance. Presenti in numerose collezioni pubbliche e private in tutto il mondo, fra le principali esposizioni ricordiamo: Drapeau rouge/Red flag, Montreal Museum of Fine Arts, Montreal, Canada, 2011; Grandeur and Catharsis, Kemper Museum of Contemporary Art, Kansas City, USA, 2010; Another world, Arles Photo Festival, France.

Gao Brothers is an artistic duo composed by Gao Zhen (1956, Jinan, China) and Gao Qiang (1962, Jinan, China). They live and work in Beijing.
Since 1980 they realized paintings, photographs, sculptures, installations and performances. Found in numerous public and private collections around the world, between the major exhibitions we remember: Drapeau rouge/Red flag, Montreal Museum of Fine Arts, Montreal, Canada, 2011; Grandeur and Catharsis, Kemper Museum of Contemporary Art, Kansas City, USA, 2010; Another world, Arles Photo Festival, France.
Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails
 
INK è un blog nato per informare riguardo la sfera del design, della grafica e dei nuovi oggetti//usi//costumi di tendenza.
Oltre all'informazione vera e propria, INK vuole diventare una vetrina ed un aiuto concreto per tutti coloro che si vogliono esprimere e cercano uno spazio dove far vedere la loro creatività.
Cerchiamo di accontentare tutti, da stilisti, a designer, grafici, o semplicemente ideatori di nuovi oggetti da fashion victims.

Copyright © 2009 INK All rights reserved.
Converted To Blogger Template by Anshul Theme By- WooThemes