SCALA MERCALLI - La street Art a Roma

L'auditorium Parco della Musica si fa sempre più centro nevralgico di buone "scosse" dopo la festa del cinema di Roma (in arrivo), un calendario di concerti estivi di tutto rispetto, il curatore Gianluca Marziani, si è preoccupato di riempire le vaste zone e i corridoi del parco della musica alla ricerca di una ipotetica mappa della creatività contemporanea tutta italiana, tra mondo underground e cultura overground. A far Parte di SCALA MERCALLI comprende 60 artisti; tele di grandi dimensioni, scultura e alcuni progetti esclusivi creati appositamente per l'occasione. Tre le scosse e tre gli ambienti interessati uno dopo l'altro ad ospitare le opere e le performance.
Progetti e opere dinamiche che sconfinano dai canoni prettamente artistici per fondersi con moda e design in una rete complessa di commistioni. La creatività messa in mostra è veicolo per affrontare temi contemporanei che vanno dall'impegno sociale a quello più legato all'individuo e alle relazioni interpersonali, passando per l'erotismo e l'esplorazione del fantastico. Tentativo dell'evento è anche valutare l'effettiva efficacia della street art all'interno del circuito dell'arte proponendola in un contesto istituzionale, parallelo al quello della città, del panorama urbano. L a mostra è aperta fino al 31 Luglio e chi non fosse ancora andato....




reMADE IN ITALY (ovvero il design da un'altro punto di vista)

Fantasiosa quanto importante iniziativa della regione Lombardia. L'italia è gonfia di rifiuti? Ecco che parte il progetto pilota (2006) "remade in italy"! Offrire ai creativi e alle loro aziende (di tutta italia) del materiale risultato dalla saggia raccolta differenziata, per dare vita e suporto a nuove creazioni negli ambiti Moda e Design. Chi ha raccolto la proposta?! uno su tutti Luca Somaini che attraverso il suo Design Studio, e la linea di abbigliamento "Chit wear" ha prodotto dei campioni pilota di maglieria proveniente al 100% da scarti industriali post produzione. Presentati alla mostra del mobile a Milano...

Oltre alla moda il Design fa da padrone all'interno del progetto grazie a molte aziende che si sono adoperate per proporre oggetti e soluzioni molto interessanti e "ambientally correct". La diffusione del fenomeno ovviamente sconfina negli ultimi anni andando ad approdare in interessanti sponde, quelle di Portogallo, Chile e Argentina.






www.remadeinitaly.it


iPHONE AFFOSSATO


Dopo le schifezze tariffarie proposte sia da Tim che da Vodafone, è stata creata una petizione per far abbassare i costi dei piani tariffari, visto che, come sempre, l'Italia è tra gli stati messi peggio, di pari passo con i danesi!!!
Pensare che in Cina e in Svizzera, l'iPhone può permetterselo praticamente chiunque!!
Per firmare la petizione, vi rimando al sito ( o al bottone a lato del blog); per chi ancora non conoscesse i piani tariffari europei ed esteri, a voi la tabella completa.

IN(K)TERVIEW - 5PREVIEW

Arriva il caldo, le città si spopolano, si esce di più... chissà quanti di voi sono rimasti da questa parti... Beh per gli affezionati/testardi, ink is proud to present l'intervista che avevamo promesso qualche tempo fa (guarda il post precedente) ai ragazzi di 5PREVIEW. Il loro brand si è guadagnato un posto di tutto rispetto semplicemente grazie alla semplicità e all' efficace idea proposta dietro ogni singola creazione tanto da attirare giornali (PIG, GQ, Exibart...), blog e internet... Diego ed Emeli rispondono così alle nostre domande:

MIC: Anche se non si è mail fermato il fenomeno t-shirt sta tornando molto alla ribalta grazie alla riscoperta eightees all'interno della moda. Come si inserisce 5preview?
5 PREVIEWs: Mai come in questo periodo effettivamente la tshirt si è liberata del suo specifico status di capo d’abbgliamento ed è progressivamente divenuto vero e proprio strumento di comunicazione. In effetti già dalla fine degli anni 70 e primi 80 la stampa spesso veniva impressa sul tessuto delle maglietta ma quasi sempre sotto forma di slogan o simbolo di
appartenenza. Oggi la grafica su tshirt serve sempre più a promuovere una determinata estetica ed è diventato, per i brand come il nostro, il supporto principe ed economicamente abbordabile.

M. L'immagine "sovversiva" (e sovvertita) che date: dalle fattezze delle vostre creazioni all'uso dell'immancabile passamontagna sono tutte dichiarazioni di guerra al circuito produttivo oppure dettagli che caratterizzano/contraddistinguono il vostro brand?
5. La nostra volontà sin dall’inizio, è stata quella di allontanarci il più possibile dal valore che la moda attribuisce al sogetto. Quello che contava per noi era lasciare che le nostre grafiche fossero libere di parlare per loro. Il passamontagna ha aggiunto quel pizzico di politically scorrect che è inevitabilmente collegato al progetto. In più non ci andava di sbattere le nostre facce in giro per i blog! ahahah


M.
So che avete riscosso molti consensi all'estero e che vi state preparando a debuttare in diversi negozi (dislocati in giro per il globo) dopo l'esperienza di Paraphernalia (store romano). Il mercato internazionale è più aperto e pronto ad accogliervi rispetto a quello italiano?
5. La tua domanda sottintende già ciò di cui credo tu sia consapevole, il mercato italiano all’interno anche del semplice panorama europeo è il più chiuso, anche i tanto misfrattati greci sono anni luce avanti. Questo è decisamente qualcosa di deprimente se poi si pensa alla tradizione del bel paese dei cui fasti del passato ancora oggi se ne fa vanto, diventa addirittura
preoccupante… che fine ha fatto il made in italy?

M. Che mi dite della collaborazione con Bugo? E cosa avete in mente per il suo tour?
5. Siamo stati contattati da Bugo all’inizio per realizzare delle gafiche esclusive, nel nostro stile, per vestirlo durante i concerti. Si è concretizzato poi con la realizzazione delle tshirts ufficiali per il tour che durante questi giorni e per tutta l’estate toccherà molte città in giro per l’Italia.

M. Nel post in cui parlavo di voi ho scherzato alludendo all'inganno percettivo delle vostre grafiche citando la Gestalt, scuola russa che studiava i meccanismi della visione e artefice delle prime illusioni ottiche. C'è ineffetti un qualche modello, un artista o una corrente artistica a cui vi ispirate?
5. Spesso durante questi mesi ci siamo trovati a dover rispondere a domande sui nostri riferimenti artistici ed è sempre stato molto complesso riuscire a pescare dei nomi significativi. Prima di tutto siamo designer e più specificamente facciamo vestiti, l’arte nella sua accezione più pura fa parte della nostra formazione imprescindibilmente, ma non ci sentiamo di citare qualcuno in particolare. Sicuramente i grafici russi a cavallo tra 800 e 900 ci piacciono come altrettanti artisti contemporanei, ma spesso rubiamo da fonti ben più semplici come i giornali i manifesti o i souvenir, che sono sicuramente più popolari e meno poeticamente reattivi. La parte creativa, benchè si creda, in progetti come questo occupa più o meno il 5% di tutto il processo; la creazione segue regole e formule che la avvicinano più alla matematica che all’umanistica arte.


M. per non scadere nel "progetti futuri" vi chiedo: pensate di continuare sulla strada dell'handmade sovversivo oppure migrerete verso altre forme e formule?
5. L’handmade è stata sicuramente la carta vincente per questa prima collezione. In futuro prevediamo di allargare la produzione ma non ci permetteremo mai di perdere di vista il “fatto a mano”.

www.5preview.com
www.5preview.blogspot.com

info@5preview.com



THE BPA

Ultimo video targato Fat Boy Slim, semplicemente fantastico...non è la nudità a fare il video, quanto le strisce della censura...

SHORT LOVE STORY IN STOP/MOTION

Non l'ha ancora ultimata, ma l'artista Carlos Lascano sta già riscuotendo grande successo con il suo corto; interamente girato in stop.motion, la musica è stata prestata dai Sigur Ros, non resta che guardare il video, non occorre aggiungere altro; eccezionale la cura che impiega che creare i propri personaggi e scenari, visibili qui.


A SHORT LOVE STORY IN STOP MOTION from Carlos Lascano on Vimeo.

MESSAGGI OLOGRAFICI ON iPHONE

Per ora è ancora un concept, ma se tutto andasse liscio, mi sentirei molto simile al maestro Yoda..

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails
 
INK è un blog nato per informare riguardo la sfera del design, della grafica e dei nuovi oggetti//usi//costumi di tendenza.
Oltre all'informazione vera e propria, INK vuole diventare una vetrina ed un aiuto concreto per tutti coloro che si vogliono esprimere e cercano uno spazio dove far vedere la loro creatività.
Cerchiamo di accontentare tutti, da stilisti, a designer, grafici, o semplicemente ideatori di nuovi oggetti da fashion victims.

Copyright © 2009 INK All rights reserved.
Converted To Blogger Template by Anshul Theme By- WooThemes